Tag

, , , ,

La storia dell’umanità è un racconto senza fine, le pagine scritte per millenni dalla mano dell’uomo, si presentano oggi pronte per essere rilette in mille modi in un’ampia scelta di modi e sfumature.

Di sicuro è che la storia è stata scritta da persone di cui si è persa la memoria e solo pochi di loro sono sopravvissuti al tempo e i nomi sono stati incisi nell’Olimpo della memoria a perenne ricordo delle loro imprese.

Come nasce un racconto.

Ogni storia nasce dalla necessità di esprimere dei sentimenti, di raccontare i propri travagli interiori, i propri percorsi, i dubbi e le incertezze, le paure e le speranze.

Internet è un corso di storia sempre reperibile, mille sfumature di un evento a volte si ripetono, ma spesso mostrano all’attento lettore gradazioni e nuance diverse. La storia come il mito, non può essere riscritta, ma può essere raccontata da coloro che pur avendola vissuta non sono stati citati nelle pagine eterne dell’immortalità.

Gente normale, eroi del quotidiano, miti dell’oblio, di costoro di cui s’è persa anche l’ombra di un’esistenza, di cui nulla si sa, ma si suppone ci fosse stata un’esistenza.

Di queste persone, cadute nel silenzio della storia, che a volte il racconto prende spunto e si basa.

Le nostre esperienze personali con tutto ciò che comporta, vengono trasferite proprio su coloro che diverranno i nostri eroi e consapevolmente noi con loro, vivremo la nostra storia.

Novelli dei di un nostro Olimpo, plasmiamo, creiamo, diamo vita ai nostri alter ego che sono eroi o anti eroi, santi o criminali, ciò che avremmo voluto essere, nel bene o nel male.

Un racconto nasce, proprio come nasce un figlio, perché lo si vuole disperatamente, perché ci è stata usata violenza, o perché c’è stato un incidente di percorso, ma non per questo si vuole rinunciare a metterlo al mondo, anzi tutt’altro

Un racconto nasce proprio come una poesia e dall’amore che ci scaturisce dentro…e il resto, sono solo dettagli.

Annunci