Tag

, , ,

Appunti di scrittura: Poesia

Appunti di poesia

Appunti di poesia

Una primitiva forma di scrittura in versi che si comincia ad apprendere sin da quando si è bambini, è la poesia.

I primi tentativi che mi ricordo, mi riconducono ai “pensierini”, una forma di brevissimi racconti, per lo più di imperniati su recenti accadimenti familiari, poche frasi, un soggetto un verbo e un complemento, che con l’andare del tempo hanno assunto altre forme espressive e che ora spesso si accompagnano al disegno o a fotografie, come ne la Metropoli silente.

Così nascevano i primi timidi tentativi di “poesie”, liriche che gelosamente custodivo, cose segrete che rivelavano forse troppo della mia intimità, anche se in cuor mio serbavo il recondito desiderio che quanto prima potessero essere lette da qualche occhio indiscreto.

Quindi sì scrivo poesie, perché possono essere brevi e non devo necessariamente accondiscendere a qualche regola, sono parole in libertà. Scrivo poesie perché è semplice, perché basta una sensazione, un sentimento, perché è la prima cosa che ho imparato a fare, perché mi piace e perché è parte di me.

Quindi sì leggo poesie, perché ognuno di noi è un mondo unico, un universo che vale la pena essere scoperto, perché ciascuno ha sempre qualcosa da dire, magari le nostre identiche cose, ma in modo diverso e non esiste né metrica, né regole per descrivere i sentimenti, basta lasciarsi andare, un foglio, una penna e a volte nemmeno quelli.